• Filosofia della corruzione

    Le cronache mostrano il crescente rilievo che assumono fenomeni plurali e ordinari di “quasi corruzione” che si accompagnano a una crisi profonda della distinzione tra pubblico e privato. Nella prospettiva che anima la riflessione di Thierry Mènissier, la corruzione si rivela una “forma di vita”. In società sempre meno orientate alla “virtù civica”, Ménissier tenta di rispondere alla domanda: quale etica pubblica è possibile? (Cronopio, 2021)

    Leggi tutto...
  • La macchina della prosperità

    Pietro Sebastianelli, La macchina della prosperità. Saperi economici e pratiche di governo in François Quesnay, Napoli, Bibliopolis, 2019.

    Il pensiero di François Quesnay è di fondamentale importanza per inquadrare storicamente la nascita, in epoca moderna, di una nuova razionalità politica, in grado di orientare l’arte di governare gli uomini e incentrata sull’economia come orizzonte strategico di riferimento.

    Leggi tutto...
  • Innov/Azioni. Teorie, politiche, immaginari

    Innovazione/i. Innovazione politica e sociale. Teorie, politiche, immaginari a cura di Pierluigi Ametrano, Alessandro Arienzo, Giovan Giuseppe Monti (Napoli, 2021). 

    La raccolta di saggi costituisce il quarto volume della collana “Filosofia, innovazione, democrazia” e prosegue la nostra riflessione collettiva sul tema dell’innovazione. Coi contributi di Pierluigi Ametrano, Alessandro Arienzo, Marco Bentivogli, Marco Cerotto, Fabienne Martin-Juchat, Giovan Giuseppe Monti, Flavia Palazzi, Micol Rispoli, Pietro Sebastianelli, Federico Simonetti, Thierry Ménissier.

    Leggi tutto...
  • Le ragioni dello Stato e della Chiesa

    Gianfranco Borrelli, Lorenzo Coccoli (a cura di), Ragion di Stato e Ragioni della Chiesa, Bibliopolis, Napoli, 2019.

    Nel confronto con al tradizione italiana della Ragion di Stato, i saggi ricostruiscono le molteplici ragioni della Chiesa cattolica che, in diversi momenti storici, vengono teorizzate e praticate attraverso documenti, trattati di teologia, di filosofia e di giurisprudenza o dedicati all’esercizio quotidiano della devozione.

    Leggi tutto...

ARS RoSA

Ragion di Stato

L’espressione ragion di Stato appartiene al linguaggio ed alla cultura politica del tardo Rinascimento. Interrogarsi ancora oggi sull’esperienza storica e teorica delle Ragion di Stato permette di porre in risalto, nella cosiddetta globalizzazione, di quanto ancora attuale sia l’indagine sulle ragioni che fondano, giustificano e orientano l’operato dello Stato e sui problemi relativi alle arti, alle tecniche e alle tecnologie della su conduzione.

Leggi...

Democrazia

L’importanza che a partire dagli anni ’90 del secolo scorso hanno assunto gli studi sulla ragion di Stato è parte del ravvivarsi di un più ampio dibattito sul ruolo dello Stato e sulle forme della democrazia politica nel contesto della cosiddetta globalizzazione e dell’affermarsi di forme nuove di governance globale e locale.

Leggi...

InnovAzioni

Nell’epoca in cui sembrano svaniti gli orizzonti della Rivoluzione e del Progresso, si impone la categoria di Innovazione. Per diventare categoria politica attiva, l’innovazione deve però essere sottratta ad una riduzione agli ambiti della tecnologia e del mercato. Noi riteniamo che invece l’Innovazione possa diventare uno strumento concettuale utile alla comprensione e all’indirizzo etico, politico e sociale delle società e delle culture democratiche.

Leggi...

Le nostre pubblicazioni

Il Centro studi ha tra le sue missioni quella di rendere accessibili i risultati delle attività di ricerca dei propri associati e di pubblicizzare le proprie attività seminariali e di studio. A tal fine, si è dotato di due diverse collane e di collaborazioni con riviste scientifiche. Il Centro ha ereditato i volumi curati dell’Associazione…

Leggi tutto...

IN PRIMO PIANO

  • Lo storico tedesco Michael Stolleis, uno dei più grandi studiosi del diritto pubblico, che ha indagato a fondo i concetti che si trovano all’origine dello Stato moderno e della sua affermazione, è morto il 18 marzo a Francoforte sul Meno. L’annuncio della scomparsa è stato dato dall’Istituto Max Planck, di cui era direttore emerito. Nel 2000 era stato insignito del Premio Balzan 2000 per la storia del diritto dal XVI secolo ad oggi. Stolleis ha compiuto studi fondamentali sul tema della ragion di Stato e la nascita dello Stato moderno (in Italia Il Mulino ha pubblicato “Stato e ragion di Stato nella prima età moderna”, 1998). Allo storico e all’amico va il nostro pensiero. Che la terra ti sia lieve!

    In memoria di Michael Stolleis
  • Stato, ragion di Stato e stato di eccezione. Un seminario organizzato dal Dottorato in Scienze Politiche dell’Università di Catania il 27 gennaio 2021, ore 16-18. Interviene Alessandro Arienzo, introduce Stefania Mazzone.

    Stato, ragion di Stato e stato di eccezione
  • Segnaliamo con piacere che è online il nuovo numero della Rivista Politics. Rivista di Studi Politici, associata al nostro centro Studi. Il n. 14 (2/2020) ospita i contributi di Alessandro Berti, Alberto Castelli, Isabella Consolati, Edoardo Greblo, Fabio Gentile e Damiano Lembo.

    Politics. Rivista di Studi Politici
  • La rivista Scienza&Politica dedica un quaderno a Alessandro Pandolfi con gli interventi presentati a Urbino nel 2018. Oltre ai ricordo dello studioso, ci sono contributi sui temi di suo interesse: il mercantilismo sei-settecentesco, l’opera di Foucault (in special modo la genealogia del liberalismo e l’indagine sulla cura di sé), il dibattito sulla natura umana, il nesso tra colonialismo e modernità. Segnaliamo l’articolo di Domenico Scalzo su “Foucault, la ragion di stato, il potere pastorale. Tra Machiavelli e Hobbes”

    Nei margini della politica. Scritti per Alessandro Pandolfi
  • Diritti e nuove vulnerabilità in tempo di pandemia. Re-immaginare gli spazi urbani – 11 dicembre, 2020. In un webinar tra studiosi degli atenei di Napoli “Federico II”, Palermo e Ferrara.

    Diritti e nuove vulnerabilità in tempo di pandemia
  • Una raccolta di studi a cura di Guido Cappelli e Giovanni De Vita (Napoli, UniorPress) liberamente scaricabile. I contributi si interrogano su temi decisivi nella riflessione politica moderna e che concorrono a formare l’idea moderna di Stato: dalla tradizione giuridica a quella dell’ars dictaminis, a quella umanistica rinascimentale e post-rinascimentale, nutrite di pensiero classico, la riflessione investe le strutture concettuali e discorsive che – tra conflitti, contraddizioni e adattamenti. L’ultima sezione affronta, da un punto di vista storico-critico e filosofico-politico, le sfide che l’epoca contemporanea pone alla modernità politica e alla dottrina, ma forse ancor più alla realtà stessa, dello Stato. Sullo sfondo, l’invito ad esplorare un approccio rinnovato alla concettualizzazione della politica e dei comportamenti pubblici, a partire dalla riflessione sul pensiero europeo tra basso Medioevo e prima Età moderna.

    Al di là del Repubblicanesimo: Modernità politica e origini dello Stato
  • Il prossimo 23 ottobre (ore 16-18) si tiene il webinar dal titolo Innovazione politica e sociale. Teorie, politiche, immaginari. L’incontro è organizzato nell’ambito delle attività finanziate dal programma Cassini dell’Ambasciata di Francia in Italia. Discutono Gianfranco Borrelli, Fabienne Martin-Juchat Thierry Ménissier. Introduce i lavori Alessandro Arienzo. Per partecipare: ZOOM link – https://tinyurl.com/Uninnova Meeting ID: 948 0960 4357 Passcode: 8icvcS .


    Innovation politique et sociale. Théories, politiques, imaginaires
  • Immaginazione e progetto dell’Area delle scienze politiche e sociali. Tra le più significative iniziative culturali degli ultimi anni, quella che prende avvio giovedì 4 giugno alle 15 con un focus su La scienza politica: dalla prova dell’emergenza alla sfida delle proposte, è il frutto dell’impegno (volontà) della Consulta di Area 14 ad avviare una stagione nuova di riflessione (auto)critica e di progettualità. Scarica la locandina

    Dall’emergenza al cambiamento
  • Ragion di Stato e machiavellismi: nuove prospettive storiografiche. Il seminario si terrà giovedì 5 marzo, dalle 14.30 alle 18, presso di il Dipartimento di Studi Umanistici (Sala lignea Ex-catalogo). Coordinato da Gianfranco Borrelli, il seminario vede la partecipazione di studiosi italiani e brasiliani di Machiavelli e della ragion di Stato.

    Ragion di Stato e machiavellismi: nuove prospettive storiografiche
  • In occasione del decennale della “Rivista di Politica” si terrà il prossimo 2 marzo a Napoli, presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università “Federico II”, una giornata di studi dedicata alle Tradizioni politiche italiane. Il convegno sarà introdotto dal Presidente AISDP, Claudio Palazzolo e dal Direttore della Rivista di Politica, Alessandro Campi. L’incontro è organizzato da Gennaro Maria Barbuto, Maurizio Griffo e Alessandro Arienzo e prevede interventi sulle traduzioni italiane umanistico-rinascimentali, socialista, comunista, cattolica, liberale femminista.

    Tradizioni politiche italiane

Aggiornamenti

Plutarco e la Ragion di Stato

Osservazioni su alcuni particolari dei Praecepta gerendae reipublicae e del Non posse suaviter vivi secundum Epicurum di Plutarco di Paolo Cosenza (pubblicato nel numero 6, 1998 del Bollettino Ars).

Leggi...

Innovazione politica e sociale. Teorie, politiche, immaginari.

Segnaliamo il volume “Innovazione/i. Innovazione politica e sociale. Teorie, politiche, immaginari” (Guida, 2021), curato da Pierluigi Ametrano, Alessandro Arienzo e Giovan Giuseppe Monti. Ne pubblichiamo la breve introduzione e l’indice.

Leggi...

Un caso di ragion di Stato nella Napoli spagnola del XVII secolo: il governo vicereale del duca d’Ossuna.

di Giovanni Della Peruta. Questo saggio è stato pubblicato sul numero 7 (1999-2000) del Bollettino del Archivio della ragion di Stato. Era il primo, ma importante, contributo scientifico di un giovane studioso sulla ratio status nella Vicereame spagnolo a Napoli.

Leggi...
Photo by Billetto Editorial on Unsplash

Innovazioni: il mantra della contemporaneità

di Federico Simonetti. Sul volume Innovations – une Enquete Philosophique (Hermann 2021) ti Thierry Ménissier. Un testo che traccia una genealogia critica del concetto di innovazioni, e indica il ruolo di umanisti e filosofi nel pensare e praticare il futuro.

Leggi...

Reformed Monarchomachism and the genre of the ‘politica’ in the Empire

Un testo di Robert von Friedeburg pubblicato sul bollettino n.6 (1998) dell’Archivio della ragion di Stato

Leggi...

Immaginazione, pixel e frame. Una lettura psiconanalitica

di Pierluigi Ametrano. In che modo l’uso delle tecnologie dell’informazione ci permette di modificare non solo le immagini, ma anche l’immaginazione e il rapporto con il nostro corpo?

Leggi...

Girolamo Frachetta: un pensatore politico nell’Italia della Controriforma

di Artemio Enzo Baldini (Univ. di Torino). Questo testo, pubblicato nel n.2/1992 dell’ormai cessato Bollettino dell’Archivio della Ragion di Stato apre una nuova “sezione” delle nostre pubblicazioni

Leggi...
Intelligenza Artificiale: Photo by Possessed Photography on Unsplash

Il futuro delle persone e le scelte dell’Intelligenza Artificiale

di Federico Simonetti. Nel campo dell’intelligenza artificiale, da ormai trent’anni si preferisce un approccio pragmatico, denominato intelligenza artificiale debole: non occorre che esse pensino davvero, basta solo che si comportino come se lo facessero.

Leggi...

Corpo e comunicazione corporea. Un viaggio al cuore dell’identità umana

di Giovan Giuseppe Monti (Univ. Federico II). Nel suo volume l’antropologa Fabienne Martin-Juchat riassume alcuni recenti sviluppi delle ricerche relative alla comunicazione non verbale, e invita a riflettere su corpo e identità.

Leggi...